Come evitare di farsi truffare quando si acquistano prodotti al CBD

La guida definitiva per trovare aziende di CBD di alta qualità e scegliere il prodotto al CBD giusto per te
Scritto da 
Gleb Oleinik, CBD Journalist.
|Ultimo aggiornamento:

Il mercato del CBD è ampiamente non regolamentato, il che significa che è pieno di marchi di scarsa qualità che cercano di fare soldi facili.

L’olio di CBD è diventato incredibilmente popolare come integratore per il sostegno della salute e del benessere generale. Purtroppo, è ancora difficile trovare prodotti al CBD convenienti ed efficaci. Anche quando riesci a trovare un’azienda affidabile, scegliere l’olio di CBD giusto può sembrare una sfida. Ci sono oli di CBD, capsule, caramelle gommose, topici, e molti altri prodotti tra cui scegliere, oltre a diverse potenze e formulazioni.

Continua a leggere la nostra guida dettagliata e completa per trovare aziende di CBD di alta qualità e scegliere il prodotto al CBD giusto per te.

Indice

Come trovare un marchio di CBD di alta qualità

Trovare un olio di CBD di alta qualità non deve essere per forza difficile.

Ecco un elenco dettagliato dei fattori principali a cui prestare attenzione quando si cerca un marchio di CBD affidabile: l’origine della canapa, il processo di estrazione, i test di laboratori esterni, il prezzo, le recensioni e la trasparenza generale.

Verifica l’origine della canapa

Il CBD deriva tipicamente dalla canapa, una varietà delle piante di cannabis contenente lo 0,2% o meno di THC. Di conseguenza, il modo in cui viene coltivata la canapa avrà un impatto significativo sulla qualità dell’olio di CBD finale.

Questo vale in particolar modo per la canapa perché agisce come un bioaccumulatore, cioè assorbe metalli pesanti e altre sostanze chimiche tossiche dal suolo.

La canapa coltivata con metodi biologici in un terreno pulito e fertile senza l’uso di pesticidi, erbicidi e fertilizzanti chimici, risulterà in prodotti al CBD sicuri e di alta qualità.

Il nostro consiglio: scegli le aziende di CBD che utilizzano canapa biologica e dichiarano dove e come viene coltivata sul loro sito web. In particolare, noi consigliamo i marchi la cui canapa proviene da Colorado, Kentucky e Oregon.

I paesi europei sono probabilmente una fonte ancora migliore perché la coltivazione della canapa è stata praticata in questi paesi per centinaia di anni.

È ancora meglio se riesci a trovare un’azienda CBD che:

  • Coltiva la propria canapa. La maggior parte dei marchi acquista la canapa da produttori esterni. Un’azienda che coltiva la propria canapa ha molto più controllo sulla qualità dei suoi oli di CBD ed è anche probabile che abbia più esperienza.
  • Utilizza canapa biologica certificata dall’USDA. Anche se la maggior parte delle aziende utilizza pratiche di agricoltura biologica, non c’è modo di verificarlo o confermarlo. Ecco perché un marchio che utilizza canapa biologica certificata USDA è migliore di quelli senza certificazioni. Nonostante la certificazione biologica USDA sia ancora difficile da ottenere nell’industria della canapa, sempre più aziende stanno superando il processo, identificabile dall’etichetta “biologico USDA” sui loro prodotti.
  • Abbia la certificazione della U.S. Hemp Authority. Il programma di certificazione della U.S. Hemp Authority conferma che un produttore di canapa rispetti standard di alta qualità e sicurezza. Viene indicato con lo stemma della U.S. Hemp Authority sui prodotti certificati.

Considera il processo di estrazione della canapa

Le piante di canapa devono subire un processo di estrazione speciale per isolare il CBD e gli altri composti benefici. Di conseguenza, anche il metodo di estrazione avrà un grande impatto sulla qualità del prodotto finito.

Ultimamente, la stragrande maggioranza delle aziende di CBD utilizza i due metodi più efficienti e sicuri: l’estrazione con anidride carbonica supercritica (CO2) e quella con etanolo (alcol).

Questi due metodi di estrazione hanno diversi vantaggi, anche se la maggior parte delle aziende preferisce quella con CO2. Comunque, entrambi i metodi sono sicuri e producono estratti di canapa completi e di alta qualità da utilizzare negli oli di CBD.

Altri potenziali solventi per l’estrazione includono butano, esano e propano. Tuttavia, questi metodi sono usati raramente perché sono altamente infiammabili e possono lasciare solventi residui nocivi.

Il nostro consiglio: prima di acquistare i suoi prodotti, controlla il metodo di estrazione utilizzato da un’azienda di CBD. Nella maggior parte dei casi, il metodo riportato sarà l’estrazione con CO2 o etanolo. Se questa informazione non è disponibile, è motivo di preoccupazione.

Cerca i test di laboratori esterni

Le aziende di CBD rispettabili mettono sempre a disposizione i risultati dei test di laboratori esterni sul loro sito web. Un test di laboratorio esterno viene eseguito da un laboratorio indipendente che non è affiliato in alcun modo con l’azienda.

I test di laboratori esterni sono fatti per assicurarsi che il prodotto al CBD sia sicuro ed efficace. Il tipo di test di laboratorio esterno più diffuso è denominato test della potenza o profilo dei cannabinoidi, che controlla se il prodotto contiene la quantità dichiarata di CBD e altri cannabinoidi.

Anche se l’industria del CBD ha attraversato un lungo cammino negli ultimi anni, ci sono ancora tantissimi marchi che offrono prodotti con livelli di CBD molto più bassi o molto più alti di quelli riportati sull’etichetta. La nostra inchiesta sulla precisione del settore del CBD evidenzia proprio questo.

In più, i test di laboratori esterni possono anche verificare la presenza di pesticidi, metalli pesanti, solventi residui e altri potenziali contaminanti, offrendo un ulteriore livello di sicurezza e tranquillità.

È anche un ottimo modo per confermare che la canapa utilizzata dall’azienda è stata coltivata biologicamente in terreno incontaminato.

I test di laboratori esterni sono la prima cosa da cercare quando si acquista CBD, perché sono il modo migliore per proteggersi da prodotti di bassa qualità e potenzialmente dannosi.

Oggigiorno, tutte le aziende di CBD serie pubblicano i rapporti dei laboratori esterni – noti anche come certificati di analisi (CoA) – direttamente sul loro sito web. Per ulteriori informazioni sui CoA, dai un’occhiata a questo articolo.

Detto questo, i test di laboratori esterni non sono tutti uguali. Ad esempio, un’azienda che offre test di laboratori esterni completi, inclusi i test sui contaminanti, sarebbe una scelta più sicura rispetto a una che esegue solo test sulla potenza.

Inoltre, lo stesso tipo di test fatto in laboratori diversi può avere un diverso livello di precisione. Pensa a un test che mostra solo i livelli di CBD rispetto a uno che riporta anche quelli di THC e altri cannabinoidi; il secondo sarebbe molto più utile.

Ancora un altro fattore da considerare è la facilità con cui i test di laboratori esterni sono accessibili.

Un’azienda che pubblica i test online e fornisce su ciascun prodotto i codici QR da scansionare per accedere facilmente ai CoA per quel particolare lotto è molto più trasparente e affidabile di una che non lo fa.

Analogamente, anche la data dei test è importante. Teoricamente, preferiresti che i risultati fossero abbastanza recenti (fatti entro pochi mesi dall’acquisto del prodotto al CBD).

Il nostro consiglio: acquista solo da marchi di CBD con CoA di laboratori esterni completi, aggiornati e facilmente accessibili.

Come minimo, questi test dovrebbero mostrare chiaramente la potenza del prodotto. Ultimamente, comunque, la maggior parte dei marchi più importanti offre test completi che possono includere anche informazioni aggiuntive come il profilo terpenico.

Cosa ancora più importante, noi consigliamo vivamente di leggere il CoA prima dell’acquisto. Anche una lettura veloce per controllare i livelli di cannabinoidi può essere utile.

In questo modo, puoi confermare che il prodotto contiene la quantità di CBD che la società dichiara. Qui offriamo un dettagliato resoconto di come leggere un CoA.

Questo è ancora più importante se stai acquistando un prodotto al CBD ad ampio spettro o a spettro completo. Questi tipi di formule dovrebbero contenere più cannabinoidi, quindi un test di laboratorio esterno può aiutarti a confermare che stai effettivamente acquistando la formula giusta.

Valuta il prezzo

Un prezzo elevato non significa necessariamente che stai comprando un prodotto al CBD di alta qualità. In effetti, è abbastanza facile trovare marchi di CBD con prezzi ragionevoli migliori di concorrenti più costosi.

Detto questo, il prezzo è comunque una preoccupazione importante quando si tratta di CBD. In fin dei conti, quello che vuoi è trovare un prodotto che sia allo stesso tempo conveniente ed efficace, quindi devi tenere a mente entrambi questi fattori.

Il modo più semplice per sapere se stai facendo un buon affare è dividere il prezzo del prodotto per il contenuto totale di CBD. Ad esempio, un olio di CBD che costa 50$ e contiene 500 mg di CBD costerebbe 50/500 = 0,10$ per mg di CBD.

Il nostro consiglio: confronta i prezzi per-mg con quelli di prodotti simili (come le tinture) dei marchi che ti interessano. Se vuoi sapere quali prezzi sono considerati bassi, medi e alti, dai un’occhiata al nostro resoconto dettagliato sui prezzi dell’industria del CBD.

Puoi usare queste informazioni per fare una scelta migliore. Ad esempio, se stai cercando di ottenere il massimo valore, potresti scegliere il marchio con i prezzi più bassi che mantiene comunque il livello di qualità e affidabilità che cerchi.

O magari ti sta bene pagare di più per un prodotto di alta qualità, quindi potresti scegliere il marchio che sembra risaltare rispetto agli altri ma ha anche un prezzo maggiore.

Ripetiamo, un prezzo più alto non significa automaticamente una migliore qualità, ma è comunque un fattore importante.

Leggi le recensioni

Le recensioni sono un altro ottimo modo per verificare la qualità di un marchio di CBD.

In particolare, noi consigliamo di controllare le recensioni dei prodotti sul sito web dell’azienda e leggere sia il feedback negativo che quello positivo per ottenere una buona comprensione dei potenziali punti di forza e di debolezza del marchio.

Puoi anche dare un’occhiata proprio qui su Leafreport alle nostre recensioni imparziali dei marchi di CBD, che tengono conto di tutte le informazioni di cui parliamo in questo articolo.

Cerca aziende trasparenti

Infine, ma non per importanza, un’altra indicazione eccezionale di un marchio di CBD di alta qualità è la trasparenza.

Le aziende affidabili sono aperte sul loro processo di produzione, sui test di laboratori esterni, gli ingredienti, la storia aziendale, le persone che stanno dietro il marchio.

Forniscono anche informazioni dettagliate sui loro prodotti e sul CBD in generale sul sito web e sulle etichette dei prodotti.

Ciò dimostra che un’azienda non ha nulla da nascondere e non sta tentando di ingannare i propri clienti, il che è fondamentale in un settore con poca regolamentazione.

Il nostro consiglio: scegli i marchi di CBD che offrono un gran numero di informazioni su se stessi e sui loro prodotti. Tra queste dovrebbero esserci:

  • Informazioni sull’origine della canapa, sul processo di estrazione e sui test di laboratori esterni
  • Pagine dettagliate dei prodotti ed etichette che riportano i livelli di CBD e THC, i numeri di lotto e i codici QR
  • Informazioni su come, dove e quando è stata fondata l’azienda e sulle persone che ne fanno parte
  • Informazioni di contatto e risposte utili e veloci a qualsiasi domanda tu possa avere

Queste informazioni dovrebbero essere disponibili sulla pagina del prodotto, sulle FAQ, sulla pagina Chi Siamo e sulle pagine simili del sito web dell’azienda.

Come ultimo consiglio, se ci tieni anche a fare una scelta etica, cerca aziende con politiche e iniziative sostenibili o filantropiche.

Ad esempio, alcune aziende di CBD offrono grandi sconti per veterani, famiglie con reddito basso e persone con disabilità, mentre altri potrebbero fare donazioni alle organizzazioni di beneficenza.

Stai attento ai campanelli d’allarme

Ecco un modo semplice e veloce per individuare un marchio di CBD di bassa qualità:

  • Mancanza di test di laboratori esterni.
  • Afferma che i suoi prodotti al CBD aiutano con qualsiasi sintomo o condizione di salute. Farlo è contro le regole della FDA.
  • Mancanza di informazioni sui prodotti e sul processo di produzione generale dell’azienda (origine della canapa, processo di estrazione, ecc.)
  • Mancanza di recensioni dei prodotti sul sito web dell’azienda.

Come scegliere il prodotto al CBD giusto

Trovare un’azienda di CBD di alta qualità e affidabile è solo metà della battaglia. Devi anche scegliere il prodotto giusto di quel marchio.

Ci sono molti fattori da tenere a mente se vuoi scegliere il prodotto ideale, ad esempio il tuo tipo di prodotto, metodo di assunzione e dosaggio preferito. Vediamoli in modo più dettagliato.

Scegli il tuo tipo di estratto di CBD

Una delle prime scelte da fare quando si tratta di prodotti all’olio di CBD è il tipo di estratto di CBD che si vuole usare. Ci sono tre tipologie principali di CBD: isolato di CBD, CBD a spettro completo e ad ampio spettro.

L’isolato di CBD è CBD puro senza tutti gli altri composti della canapa. Può essere venduto come polvere cristallina bianca oppure formulato in oli e altri prodotti al CBD.

Anche se gli isolati hanno i loro benefici, non sono efficaci come i preparati a base di piante intere che contengono numerosi principi attivi.

Il CBD a spettro completo è un estratto dell’intera pianta contenente CBD e livelli più bassi di altri cannabinoidi, tra cui <0,3% di THC, ma anche terpeni, flavonoidi e molti altri fitochimici benefici presenti nella canapa.

Gli estratti di canapa a spettro completo sono la forma più efficace di CBD perché tutti i loro componenti lavorano insieme in sinergia, producendo effetti maggiori rispetto al CBD da solo. Questo fenomeno è stato dimostrato da numerosi studi e ha anche un nome: “l’effetto entourage”.

Il CBD ad ampio spettro è simile a un estratto a spettro completo ma non contiene alcuna traccia di THC. Questo tipo di CBD è sempre più popolare perché ha un’efficacia quasi identica a quella degli estratti a spettro completo, ma senza THC.

Se vuoi ottenere la massima efficacia dal CBD, ti consigliamo gli estratti a spettro completo. Invece, se hai bisogno di evitare il THC per un test antidroga o altri motivi, la soluzione migliore è un estratto ad ampio spettro. Anche l’isolato di CBD è un’alternativa senza THC, ma sarà meno efficace di una formulazione ad ampio spettro.

Valuta il dosaggio

Il prossimo fattore di cui essere a conoscenza è il dosaggio. Il dosaggio del CBD è un argomento complicato perché è influenzato da molti fattori, tra cui il peso corporeo, la chimica corporea individuale, la tolleranza ai cannabinoidi, il motivo per si assume il CBD e il tipo di prodotto che utilizzi.

Di conseguenza, un dosaggio che funziona per una persona non per forza funzionerà per qualcun altro. Se sei completamente nuovo nel mondo del CBD, è meglio iniziare con un prodotto dalla potenza minima e aumentare lentamente.

Inizia con la dose più bassa (ad esempio 2 mg) e poi aumentala gradualmente col tempo fino a trovare la quantità che funziona per te. La volta successiva, potrai acquistare un prodotto con la potenza che corrisponde a quella dose.

Detto questo, è utile avere alcune linee guida generali. Di solito, 1-10 mg sono considerati una dose bassa, 15-30 mg un dosaggio medio e più di 30 mg un dosaggio alto.

Puoi usare queste informazioni per scegliere il prodotto al CBD con la giusta potenza.

Ad esempio, se vuoi assumere una dose media di olio di CBD, vorrai scegliere una tintura che abbia una potenza di almeno 30 mg/ml, in modo da poter realisticamente soddisfare l’intervallo di dosaggio di 15-30 mg senza dover utilizzare più di un contagocce intero alla volta.

Tuttavia, tieni presente che questi dosaggi valgono per i prodotti al CBD a spettro completo.

I prodotti realizzati con isolato di CBD richiedono dosi più elevate per avere lo stesso effetto perché non hanno l’effetto entourage. Allo stesso modo, anche le capsule richiedono dosi più elevate rispetto alle tinture di CBD a causa del loro ridotto assorbimento.

Scegli il tuo metodo di assunzione

Al giorno d’oggi, l’industria del CBD offre un’ampia varietà di tipi di prodotti e metodi di consumo. Quello che era iniziato come olio di CBD si è espanso verso una varietà travolgente di capsule, prodotti commestibili, topici, prodotti da svapo, bevande e altro ancora.

Ecco un resoconto delle scelte disponibili e dei loro pro e contro, e anche alcuni suggerimenti su come scegliere un prodotto al CBD da ciascuna categoria.

Tinture di olio di CBD

L’olio di CBD resta il metodo di utilizzo del CBD più popolare ed è l’opzione migliore nella maggior parte dei casi. È versatile, conveniente e relativamente facile da usare.

Le tinture di CBD si somministrano con metodo sublinguale (sotto la lingua), che è uno dei modi più efficaci per assorbire il CBD. È una gran cosa, perché il CBD è notoriamente difficile da assorbire per i nostri corpi.

Gli effetti dell’olio di CBD durano anche una discreta quantità di tempo (in genere 2-4 ore) e non impiegano troppo tempo ad entrare in circolo (in genere 10-30 minuti).

Inoltre, con l’olio di CBD è facile controllare il dosaggio cambiando il numero di gocce, e puoi anche assumerlo in altri modi, ad esempio applicandolo sulla pelle o aggiungendolo ad alimenti, caffè, tè e altre bevande.

Tuttavia, le tinture di CBD hanno anche alcuni lati negativi. Non sono molto portatili e più discreti di altri prodotti al CBD. Ad esempio, provare a utilizzare l’olio di CBD al lavoro o in pubblico rischia di attirare attenzione indesiderata.

Molte tinture non hanno neanche aromatizzanti, perciò il sapore forte della canapa potrebbe non piacere ad alcune persone.

Scegliere la tintura di CBD giusta

Se hai deciso di utilizzare l’olio di CBD e vuoi trovare la tintura ideale per te, inizia cercando un prodotto che corrisponda al tuo dosaggio e al tipo di CBD preferito. Un altro fattore da considerare è se si desidera una tintura naturale o aromatizzata.

Capsule di CBD

Le capsule sono un’alternativa popolare all’olio di CBD. Usano la via di somministrazione orale, il che significa che devono passare attraverso il sistema digestivo e il fegato prima che il CBD possa essere assorbito nel flusso sanguigno.

Di conseguenza, tendono ad avere la biodisponibilità più bassa di qualsiasi prodotto al CBD: un’unità di misura della quantità della sostanza assunta che raggiunge la circolazione sistemica e fornisce effetti benefici.

In altre parole, i prodotti al CBD assunti oralmente hanno la più bassa efficacia di qualsiasi forma di CBD. Impiegano anche più tempo per fare effetto: a partire da 30 minuti a più di un’ora, a seconda di quando hai mangiato l’ultima volta.

Detto questo, le capsule hanno due vantaggi principali. Prima di tutto, i loro effetti tendono a durare a lungo (4 ore o più), il che è fantastico se stai cercando un effetto lieve per tutto il giorno.

In secondo luogo, le capsule sono incredibilmente comode. Tutto ciò che devi fare è ingoiare la capsula con un po’ d’acqua, e puoi prenderle ovunque e in qualsiasi momento.

E se assumi già altri integratori, le capsule sono un modo semplice per aggiungere il CBD alla tua routine quotidiana.

Scegliere le capsule di CBD giuste

Se hai deciso di utilizzare le capsule come prodotto al CBD di riferimento, dovresti prima capire il tipo di CBD e il dosaggio che vuoi utilizzare. Inoltre, vegani e vegetariani dovrebbero cercare capsule fatte di cellulosa vegetale invece della gelatina.

Infine, consigliamo di scegliere le capsule molli rispetto alle normali capsule dure, perché tra gli ingredienti contengono un olio vettore (di solito olio di cocco MCT), che aiuta il corpo ad assorbire il CBD.

Caramelle gommose al CBD e altri prodotti commestibili

Anche le caramelle gommose infuse con CBD e altri prodotti commestibili come il cioccolato sono considerati prodotti per assunzione orale. In quanto tali, hanno gli stessi pro e contro delle capsule di CBD: sono molto comodi ma hanno uno scarso assorbimento.

Inoltre, i prodotti commestibili hanno il vantaggio unico di avere un sapore fantastico. Il sapore dolce delle caramelle gommose non solo rende l’assunzione di CBD piacevole, ma ti spinge anche a usarlo regolarmente, cosa che nel tempo può farti ottenere maggiori benefici.

In definitiva, i prodotti commestibili offrono un metodo conveniente e piacevole per ottenere i benefici del CBD, ma sono meno efficaci del più che collaudato olio di CBD.

Scegliere i prodotti commestibili al CBD giusti

Se hai scelto i prodotti commestibili come metodo di utilizzo di CBD preferito, inizia scegliendo il prodotto che meglio si adatta al tuo dosaggio. La stragrande maggioranza delle caramelle gommose al CBD sono fatte con isolato di CBD puro, quindi riuscire a trovare formule a pianta intera è improbabile.

Un altro fattore chiave che può aiutarti a restringere il campo della scelta sono gli ingredienti.

Ad esempio, le persone che preferiscono prodotti vegani dovrebbero scegliere prodotti senza gelatina. Alcuni potrebbero anche preferire le caramelle gommose senza zucchero o quelle fatte con ingredienti naturali e biologici. Controlla queste informazioni nella descrizione del prodotto e sull’etichetta.

Prodotti da svapo al CBD

Svapare il CBD è sempre più di tendenza. Il vantaggio principale di svapare il CBD rispetto ad altri metodi è la rapidità degli effetti.

Mentre altri metodi possono avere bisogno di più di un’ora per iniziare ad agire, lo svapo offre un sollievo istantaneo. Questo lo rende ideale per problemi che richiedono effetti immediati.

Grazie al gusto gradevole e alle nuvole di vapore che produce lo svapo è anche piuttosto piacevole, e si può fare ovunque portando con sé il necessario.

Comunque, svapare il CBD ha anche i suoi lati negativi. Per prima cosa, i suoi effetti hanno la durata minore rispetto a qualsiasi altro metodo – in genere circa un’ora. Quando si svapa è anche difficile controllare il dosaggio di CBD e sapere quanto se ne sta usando.

Ancora più importante, c’è molta preoccupazione per la sicurezza dello svapo. Anche se è certamente più sano del fumo, non sappiamo molto sugli effetti sulla salute a lungo termine dello svapo.

Ad esempio, alcuni studi hanno suggerito che lo svapo può aumentare il rischio di infarto, mentre altri suggeriscono che il glicole propilenico, uno dei due ingredienti dello svapo più diffusi, può produrre formaldeide, una sostanza chimica pericolosa.

Anche se la ricerca non è in alcun modo conclusiva, evidenzia che lo svapo ha una propria serie di rischi.

Scegliere il prodotto da svapo al CBD giusto

Se hai deciso di svapare il CBD, dovresti prima decidere se vuoi usare un vaporizzatore a penna usa e getta o acquistare un liquido da svapo a parte.

I vaporizzatori a penna usa e getta sono ideali per i principianti, mentre per chi ha già un dispositivo per lo svapo e vuole utilizzare dosi più elevate di CBD sarebbe meglio usare un liquido per sigarette elettroniche infuso al CBD.

Dopodiché, dovresti valutare il tuo dosaggio e il tipo di estratto di CBD preferito. Infine, scegli il gusto che ti piace: in genere i prodotti da svapo al CBD sono disponibili in un’ampia varietà di gusti.

Topici al CBD

Applicare localmente il CBD sotto forma di creme, lozioni, balsami, oli e cosmetici è un’altra alternativa possibile.

I prodotti topici sono i migliori per affrontare problemi localizzati perché si possono applicare direttamente dove c’è bisogno, ad esempio su mani, spalle, viso o schiena.

Comunque, non sono ideali per problemi sistemici che riguardano tutto il corpo.

Scegliere il topico al CBD giusto

I topici tendono ad essere più specializzati rispetto ad altri prodotti al CBD. Di conseguenza, sarà più facile scegliere un prodotto che risponda alle tue esigenze. Ad ogni modo, devi decidere che tipo di estratto di CBD vuoi usare, il dosaggio e che tipo di ingredienti vuoi evitare.

Ad esempio, molte persone optano per preparazioni fatte con ingredienti naturali.

Conclusioni

Con il passare del tempo l’industria del CBD sta maturando e migliorando. Tuttavia, quando si sceglie un marchio di CBD è ancora importante stare attenti e fare i dovuti controlli.

Per trovare un’azienda affidabile e di alta qualità e quindi scegliere il prodotto giusto dovrai fare qualche ricerca. Potresti dover sperimentare diversi marchi e prodotti finché non avrai deciso quale ti piace di più.

Comunque, se tieni a mente i fattori di cui abbiamo parlato e segui i nostri consigli, siamo sicuri che troverai un prodotto a base di olio CBD efficace e in grado di soddisfare le tue esigenze.

PIACIUTA LA LETTURA? CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO
Gleb Oleinik
Gleb Oleinik
CBD Journalist
Gleb Oleinik is a freelance health writer and Journalist from Vancouver, Canada. He’s read thousands of research studies about various supplement ingredients, enabling him to translate complex health information into simple language. Gleb specializes in CBD and has personally tried and reviewed dozens of CBD products. He’s knowledgeable about the ins and outs of the CBD industry as well as the science and research behind this popular natural remedy.

Scopri di più

SEGUICI
Importante dichiarazione di non responsabilità
Tutti i contenuti del sito LeafReport, come testo, grafici, immagini e altro materiale presente sul sito LeafReport, hanno una funzione puramente informativa. Il contenuto non è destinato a sostituire la consulenza, diagnosi o trattamento medico professionale. Chiedi sempre il parere del tuo medico o di un altro operatore sanitario qualificato per qualsiasi domanda tu possa avere su una condizione di salute. Non ignorare mai il parere medico professionale e non tardare a richiederlo per qualcosa che hai letto sul sito LeafReport!